giovedì 12 luglio 2012

Andarsene a 18 anni...

"I never thought I'd die alone, I laughed the loudest, who'd have known?" 
(Blink 182 - Adam's Song)


Non posso credere a quello che ho appena letto...
Un ragazzo di 18 anni si è tolto la vita. A 18 anni. Perché la ragazza lo ha lasciato.
Quello che mi chiedo è "perché?" Perchè un ragazzo deve decidere di farla finita quando in realtà la sua vita è appena iniziata...
Cavolo, hai 18 anni, ti senti di avere il mondo nelle tue mani. L'unico pensiero che hai è divertirti, stare bene, fare le più grandi cazzate della tua vita, sogni di girare il mondo (magari facendo autostop), sogni di vedere millemila concerti, di andartene via da quel "posto di merda" in cui sei cresciuto (che rimpiangerai dopo neanche una settimana...), di allontanarti da tutta la gente che hai sempre odiato, dalla loro mentalità stupida e bigotta...
Alla morte non ci pensi. Non ci vuoi pensare. Non ci puoi pensare.
Per lo meno questi erano i miei 18 anni...questo era quello che pensavo io a 18 anni. Non mi sarei mai sognato di ammazzarmi...sebbene (rare, rarissime) volte più avanti mi è capitato che l'idea mi balenasse in mente. Ma non l'avrei mai fatto...sono troppo fifone per farlo...o forse sono troppo coraggioso? Nel senso...preferisco ancora sfidare la vita....vedere cosa ha in serbo per me, piuttosto che arrendermi così...
E non posso credere che qualcuno non ce l'abbia fatta...
E il suo ultimo messaggio è stato su Facebook..."Vi voglio bene". Eh, no, cazzo! Non li volevi bene...perché se li avessi voluti bene non avresti fatto una stronzata del genere...
Perché non li avresti fatti soffrire tutti in questo modo...questo non è "voler bene"...una persona che ti vuole bene non ti fa star male così...non si toglie la vita per una cosa che, da qui a un mese, sarebbe diventata una ferita che si sarebbe rimarginata....
Questo non è voler bene....Non lo è...





3 commenti:

Arles Blog ha detto...

Socio, credo che ognuno con la propria vita faccia quel che vuole :)
È sua... se non si può più manco decidere come morire, cosa ci rimane?

Che poi la motivazione per cui l'ha fatto sia di una stupidità disarmante, sì, su quello di do pienamente ragione...

Ale [Tredici] ha detto...

Non giudichiamo le morti degli altri, dai :)

Tu non lo avresti fatto perché ti sentivi come hai scritto, io non lo avrei fatto anche se non mi sentivo allo stesso tuo modo, ma ci sono persone diverse da noi.

Anch'io non comprendo come ci si possa uccidere per una ragazza a 18 anni, però chi sa cosa gli è passato per la testa, non posso giudicarlo subito.

Olòrin ha detto...

@Ale[Tredici] Innanzitutto benvenuto nel mio blog.Come ho anche scritto, io ci ho pensato a volte: mi sono trovato ben due volte sull'orlo di un muretto che dava su un burrone...stavo per saltare. Forse è stata la mano di un amico che mi ha fermato, forse la voglia di continuare a vivere. Però io non voglio giudicare la morte del ragazzo...sebbene forse l'ho fatto, ma uccidersi a 18 anni perché una ragazza ti lascia non riesco a concepirlo...